Categorie

agevolazione prima casa

Requisiti agevolazione prima casa non rinviabili

Attenzione, i requisiti per l’agevolazione della prima casa non sono rinviabili. Lo dice la Cassazione con l’ordinanza 10513/2021.

Non è possibile beneficiare dell’agevolazione prima casa se, senza i requisiti previsti, “si subordina il contratto di acquisto alla condizione sospensiva consistente nel conseguimento dei requisiti occorrenti”.

Cioè non è possibile dire che si compra l’immobile se entro due anni non si è più proprietari delle abitazioni possedute.

La Cassazione ha motivato la seguente decisione dicendo che le norme recanti agevolazioni fiscali sono di stretta interpretazione.
Quindi nel momento in cui la legge richiede la sussistenza di determinati requisiti wper poter usufruire del beneficio fiscale, tali requisiti devono sussistere nel momento stesso in cui la legge li richiede.

Non è possibile inserire nel contratto una clausola con la quale si sposta il termine entro il quale sono necessari i requisiti per beneficiare dell’agevolazione. 

I requisiti per beneficiare dell’agevolazione prima casa sono:

  • non essere proprietario, nello stesso Comune, di altro immobile idoneo ad essere adibito ad abitazione, neppure in comunione con il coniuge;
  • non essere titolare di diritti di uso, usufrutto, abitazione su altro immobile nel medesimo Comune;
  • non essere titolare, interamente o per quote, di altro immobile su tutto il territorio nazionale, per il quale si abbia già fruito delle agevolazioni;
  • l’immobile si deve trovare nel Comune in cui l’acquirente ha stabilito o stabilirà la propria residenza entro 18 mesi dall’acquisto o nel quale svolge la propria attività;
  • l’immobile acquistato non deve essere considerato di lusso.
Optimized with PageSpeed Ninja