Categorie

Puglia zona rossa

DA OGGI LUNEDI’ 15 PUGLIA IN ZONA ROSSA

Ufficiale: la Puglia torna in zona rossa. Troppi contagi (oggi altri 1774 casi) e ospedali in crisi.
Ecco cosa si potrà fare da lunedì 15 secondo il nuovo decreto:

Spostamenti


In zona rossa è vietato uscire di casa se non per comprovati motivi di “lavoro, salute o necessità” da autocertificare, volta per volta, con l’apposito modulo. Niente spostamenti, dunque, anche all’interno del Comune e vietato spostarsi fuori regione se non per i soliti comprovati motivi, mentre resta sempre consentito il ritorno alla residenza, domicilio o abitazione.

Visite a parenti e amici


No alle visite a parenti e amici anche all’interno del comune, nemmeno una sola volta al giorno e nemmeno entro il limite di due persone alla volta. L’eccezione però, in questo caso, riguarda la Pasqua, quando (3, 4 e 5 aprile) la visita sarà possibile una volta al giorno all’interno della regione di appartenenza, dando così modo alle famiglie di ricongiungersi per le feste.

Bar e ristoranti


Bar e ristoranti restano chiusi, ma restano possibili l’asporto (fino alle 22 per le attività ristorative e fino alle 18 per i bar) e le consegne di cibo a domicilio, con l’ovvia conferma del coprifuoco totale dalle 22 alle 5.

Negozi


Le serrande dei negozi restano abbassate. Aperte solo le farmacie e i punti vendita essenziali, come i tabaccai, le edicole e gli alimentari.

Cinema, teatri e musei


Restano chiusi, senza alcuna distinzione.

Scuola


In zona rossa chiuse le scuole di ogni ordine e grado, anche i nidi e le materne. Quindi didattica a distanza al 100%.

La spesa


Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati.

Le passeggiate


Le passeggiate sono ammesse, “in quanto attività motoria”, esclusivamente in prossimità della propria abitazione, senza bisogno di autocertificazione.

Andare in bici


L’uso della bicicletta è consentito per raggiungere la sede di lavoro, il luogo di residenza o i negozi che vendono generi alimentari o di prima necessit”. Quindi solo all’interno degli stessi limiti che regolano gli spostamenti a piedi.

Andare a messa


E’ possibile andare a messa nei luoghi di culto “più vicini a casa”, che resteranno aperti per svolgere le consuete attività liturgiche.

Andare al parco


Si può salvo diverse specifiche disposizioni delle autorità locali, a condizione del rigoroso rispetto del divieto di assembramento e comunque in prossimità della propria abitazione.

Fare sport


Nell’area rossa è consentito svolgere l’attività sportiva esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all’aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il comune di partenza. (fonte R.d.C.)

Optimized with PageSpeed Ninja