Immobiliare prezzi in aumento

In ripresa il Mercato immobiliare in Italia.

I prezzi delle case in vendita in Italia sono aumentati del 2,3% negli ultimi 12 mesi, per la prima volta dopo 7 anni di ribassi.

La media del prezzo al metro quadro del nostro paese è di 1.744 euro. Nell’ultimo trimestre c’è stato un aumento dello 0,6% del mercato immobiliare.

Prezzi in rialzo

Questo trend positivo del mercato immobiliare riguarda la metà delle regioni italiane:

  • con il primato in Lombardia (9,2%);
  • seguita nella graduatoria degli incrementi da Emilia-Romagna (3%);
  • Lazio (2,2%);
  • Friuli-Venezia Giulia (1%).

Tutte le altre regioni segnano incrementi marginali, inferiori all’1%. Quindi dall’altro lato:

  • Molise (-5,4%);
  • Marche (-3,8%) riportano i cali più significativi;
  • Sicilia (-2,8%);
  • Abruzzo (2,5%);
  • Umbria (-2,3%).
  • La Liguria (2.458 euro/m²) si segnala per i prezzi d’offerta più elevati;
  • Trentino Alto Adige (2.436 euro/m²);
  • Valle d’Aosta (2.337 euro/m²);
  • Toscana (2.240 euro/m²);
  • Lazio (2.126 euro/m²).

Come si comportano i Mercati di Provincia?

Prevalenza di ribassi per quanto riguarda il mercato immobiliare delle province con cali in 60 delle 106 macro aree comprese tra il 9,1% di Aosta e lo 0,1% di Belluno. Le flessioni maggiori si registrano a:

  • Isernia (-7,2%);
  • L’Aquila (-6,8%);
  • Crotone (-6,5%);
  • Ancona (-6,4%);
  • Sondrio (-6%);
  • Fermo (5,4%).

Milano in Vetta

A Milano spettano gli incrementi maggiori dell’ultima anno, ben il 18% seguita dalle province di Modena (7,2%), e Brescia (7,1%).

Incrementi superiori al 5% anche per i mercati di:

  • Vicenza (6,3%);
  • Reggio Emilia e Lucca (6,2% per entrambe);
  • Bologna (5,9%);
  • Bergamo (5,6%);
  • Sassari (5,2%);
  • Bolzano (3.629 euro/m2) si conferma la provincia più cara d’Italia davanti;
  • Savona (3.084 euro/m2);
  • Firenze (2.834 euro/m2);
  • Milano (2.704 euro/m2);
  • Imperia (2.610 euro/m2);
  • Lucca (2.605 euro/m2).

All’opposto, le più economiche sono:

  • Isernia (735 euro/m2);
  • Caltanissetta (702 euro/m2);
  • Biella (619 euro/m2).

Per i Capoluoghi

 

L’indice generale dei prezzi conferma una lieve prevalenza di dei mercati cittadini in saldo negativo (57), contro 52 centri in terreno positivo rispetto all’anno scorso. Cagliari è l’unico mercato a non aver subito variazioni.

In un 2020 all’insegna dei rialzi spiccano quelli a due cifre di Milano (20,2%) e Caltanissetta (10,8%). All’opposto della tendenza le contrazioni maggiori spettano a L’Aquila (-6,8%), seguita da Campobasso (-6,2%), Ragusa (-6,1%) e Chieti (-6%).