SuperBonus 110% immobili Commerciali

La domanda che si stanno ponendo in molti e se anche gli Immobili Commerciali possano accedere al SuperBonus 110%.

Un recente chiarimento pubblicato dall’Agenzia delle Entrate, ha chiarito anche i casi in cui anche non trattandosi di immobili residenziali questo bonus fiscale può spettare comunque agli interessati.

Quali sono le Regole?

Chi può ha l’opportunità di richiedere il SuperBonus 110%?

I proprietari di uffici o di immobili commerciali situati all’interno di stabili condominiali, ma solamente nel caso in cui si tratti di lavori fatti sulle parti comuni dal momento che questa agevolazione è ammessa in linea generale per interventi fatti su edifici abitativi.

Il SuperBonus 110% è applicabile per le spese dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2020 per tutti quei lavori fatti su singole unità immobiliari e su parti comuni di edifici.

Rimangono escluse tutte le sedi di svolgimento di attività professionali, ad esclusion fatta se l’opera viene realizzata su parti comuni dell’edificio residenziale.

In quel caso il beneficio fiscale può essere ripartito tra i condomini, compresi i proprietari di immobili non residenziali che però fanno parte di quel determinato condominio.

Di conseguenza ciò significa che i proprietari di un uffici o di immobili commerciali potrà godere del superbonus 110% nella misura in cui i lavori siano fatti per le parti comuni, ma non per eventuali interventi sull’unità immobiliare.

E se ci sono più immobili commerciali che resindenziali?

Può accadere, infatti, che in un condominio ci siano più uffici e immobili commerciali che residenze; come funziona dunque il superbonus 110% in questo caso?

Se la superficie delle unità immobiliari residenziali supera il 50% è possibile che sia ammesso alla detrazione anche il proprietario di immobili commerciali per lavori sulle parti comuni.

Se invece la percentuale di abitazioni è inferiore a tale soglia è comunque ammessa la detrazione per i proprietari di immobili residenziali, ma vengono esclusi invece i proprietari di immobili commerciali anche per i lavori sulle parti comuni.