Agenzie Immobiliari

A seguito del nuovo provvedimento nazionale, abbiamo risposto alle domande più frequenti che sono pervenute da tutta Italia.

I consigli si riferiscono a tutte le zone: Rossa, Arancione e Gialla.

Ti ricordiamo che per l’attività d’agenzia l’obbligo della compilazione dell’autocertificazione si riferisce solo alle zone Rossa e Arancione.

 

Zona Rossa:

è necessaria l’autocertificazione per giustificare gli spostamenti.

  • in entrata e in uscita da una Regione all’altra;
  • da un Comune all’altro;
  • all’interno del comune.

Zona Arancione:

è necessaria l’autocertificazione per giustificare gli spostamenti.

  • in entrata e in uscita da una Regione all’altra;
  • in entrata e in uscita da un Comune all’altro.

Zona Gialla

è necessaria l’autocertificazione per giustificare gli spostamenti solo dalle ore 22.00 alle 05.00 del mattino.

E’ importante ricordare che la classificazione della Regione con la fascia di rischio gialla, arancione, rossa potrebbe cambiare con l’evolversi della situazione sanitaria.

 

Le attività delle agenzie posso essere svolte?
Si, le agenzie possono rimanere aperte e continuare a svolgere la propria attività nel rispetto delle regole previste, con il lavoro agile e le regole di sicurezza anti covid.
Per le Zone Rosse e Arancioni è importante avere l’autocertificazione che attesti le esigenze lavorative per gli agenti mentre per i clienti che attesti altri motivi con esigenze abitative acquisto / vendita / locazione

I collaboratori / dipendenti possono lavorare?
Si, l’attività è consentita nel rispetto delle regole previste. Per le Zone Rosse e Arancioni è obbligatoria la compilazione dell’autocertificazione.
Per i collaboratori, essendo lavoratori autonomi, quindi, liberi di rendere la loro prestazione dove vogliono, non è necessaria la dichiarazione da parte dell’agenzia/titolare che attesti la natura del contratto.
I dipendenti possono continuare l’attività anche con il lavoro agile, in caso di presenza in agenzia è necessaria l’autocertificazione, non è necessaria la dichiarazione dell’agenzia/titolare che attesti il rapporto di lavoro.


I collaboratori / dipendenti possono fare zona?
In questo momento consigliamo di svolgere le attività di agenzia più urgenti.


È possibile lo spostamento tra comuni?
Gli spostamenti sono consentiti se motivati da esigenze lavorative, da necessità o da motivi di salute, quindi, a nostro giudizio, è possibile spostarsi per sopralluoghi, visite a immobili o a clienti, nel rispetto delle norme igienico sanitarie.
E’ sempre obbligatoria l’autocertificazione nella zona Rossa e Arancione.

Può il cliente chiedere di annullare l’incarico in essere?
No, non vi sono gli estremi per evocare le ragioni sanitarie, si consiglia di proporre al cliente una proroga in forma scritta.
Per chi vende o affitta
 “ Con riferimento all’incarico………dichiaro di voler prorogare la scadenza al …………. per le seguenti  ragioni………..
Per chi acquista o affitta
“Con riferimento al termine di irrevocabilità prevista per il…..dichiaro di voler considerare come termine  quello del……….


Cosa fare se il cliente entra in agenzia senza appuntamento?

Se le capienze dell’agenzia lo consentono è possibile accoglierlo, se in Zone Rossa o Arancione verifica che abbia l’autocertificazione, se non ne fosse munito, ti consigliamo di stamparne delle copie e farle compilare all’occorrenza dal cliente; indicando nel punto “altri motivi” esigenze abitative acquisto/ vendita/locazione.

Se il cliente ha appuntamento in agenzia?
Se in Zona Rossa o Arancione, il cliente deve avere con sé l’autocertificazione con indicato nel punto “altri motivi” esigenze abitative acquisto/vendita/locazione. Se non ne fosse munito, ti consigliamo di fargli compilare il modulo in agenzia.


Il cliente può andare in agenzia per sottoscrivere l’accettazione della proposta?
Se in Zona Rossa o Arancione il cliente deve avere con sé l’autocertificazione con indicato nel punto “altri motivi” esigenze abitative acquisto/vendita/locazione. Se non fosse munito, ti consigliamo di fargli compilare il modulo in agenzia.

Cosa fare se il cliente deve recarsi a stipulare il rogito?

Se in Zona Rossa o Arancione si consiglia di farsi mandare dal notaio comunicazione con indicazione della data e orario per la stipula dell’atto pubblico da allegare all’autodichiarazione oppure emettere un telegramma di convocazione.

Cosa fare se il cliente non vuole fare entrare l’agente per la valutazione dell’immobile?

Il decreto consiglia fortemente di non far accedere in casa estranei, quindi il cliente può decidere di non far entrare nessuno in casa. Si consiglia di sfruttare strumenti alternativi come l’appuntamento virtuale.

Cosa fare se il cliente non vuole fare entrare l’agente e il cliente acquirente?
Il decreto consiglia fortemente di non far accedere in casa estranei, quindi il cliente può decidere di non far entrare nessuno in casa.
Alcuni consigli:
  • Fissare un solo sopralluogo per organizzare una visita virtuale con Realisti.co, rassicurando il cliente che con materiale adeguato si può notevolmente ridurre il numero degli appuntamenti in presenza.
  • Indossare la mascherina, copri scarpe, igienizzanti per le mani e per le maniglie delle porte e guanti, mantenendo le distanze.
  • Far uscire il proprietario temporaneamente e areare l’ambiente durante e dopo la visita.

Se il cliente accetta di far entrare l’agente e il cliente acquirente?

Si consiglia di essere molti attenti nel rispettare tutte le regole anticovid vigenti, indossare la mascherina, copri scarpe, igienizzanti per le mani, per pulire le  maniglie delle porte e areare gli ambienti sono suggerimenti che consigliamo di seguire in fase di appuntamento.

Come comportarsi in caso di positività (sia con i clienti sia con i collaboratori)?
Si consiglia di consultare il protocollo anti covid.
In caso di positività accertata con tampone da parte di un collaboratore, si deve considerare l’ultimo giorno di presenza negli uffici entro le 48  ore dal tampone o dall’insorgenza dei sintomi e rintracciare gli eventuali “contatti stretti” avuti dall’interessato con colleghi e clienti. I contatti stretti asintomatici devono osservare un periodo di quarantena di 10 giorni con tampone al decimo giorno o 14 giorni di quarantena senza tampone in assenza di sintomi. I locali devono essere sanificati.